Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[DM Unicorno- LEttere Per Amarante di Mystra e Nanth di Selune e Marcus Amalith]
#1
Per Amarante

Vi ringrazio nuovamente per il vostro interessamento al caso di Mirna. Oltre ai ringraziamenti vi scrivo per allegarvi una copia del resoconto stilato da Darsa Naur, ottenuto da una confessione della negromante Imara.
Ricordo che la chiesa di Mystra si oppone a un certo deprecabile utilizzo della magia, credo che queste pagine potranno interessarvi quantomeno per capire il livello di chi opera in questa regione. Al momento Hamzuul è in attesa di giudizio, Imara detenuta, Ashanay non rintracciabile. 
Mirna ora sembra guarita, grazie all'intervento del priore Whiteshield. Confido che gli altri sopravvissuti si rimetteranno in ugual modo
Con rispetto e in fede
Lucinde Sinla Parin

Per Nanth

I miei saluti sacerdotessa NAnth. Mi chiamo Lucinde Sinla Parin e sono stata coinvolta nei fatti che hanno portato da voi Rabat. Vi allego una copia di un resoconto scritto dalla genasi Darsa Naur su quello che è effettivamente accaduto a Rabat. Spero che quello che troverete scritto vi possa aiutare a fornire aiuto a Rabat, ritengo inolte che conoscere cosa gli shariti siano riusciti a fare nelle Valli almeno sotto al profilo di ricerca magica, non possa che farvi "piacere". Il priore Whiteshield ha trattato Mirna, risorandola e interrompendo il meccanismo
Con rispetto e in fede 
Lucinde Sinla Parin.

Per Marcus

Rettore mi scuso per la prolungata assenza ma eventi che mi hanno vista coinvolta mi hanno lasciato poco tempo per occuparmi di altro. Vi allego una copia di una relazione scritta da Darsa Naur, coinvolta anche lei nelle battute finali di questa storia. Credo sia importante che la scuola la custodisca, quantomeno per aver memoria di cosa sia successo. Aggiungo che il meccanismo descritto è stato infranto dal priore Whiteshield tramite una potente magia di ristorazione.
Prometto che mi dimostrerò alunna migliore in futuro.
Con rispetto e fede
Lucinde Sinla Parin.

*viene riportata parte dell'analisi di Darsa, quella riguardante le note di ricerca in tutte e tre le missive*


TRIPLICE SIMULACRO

Si tratta di un esperimento che unisce necromanzia, trasmutazione ed illusione svolto da: Talula Ashanay - sacerdotessa sharita con capacità arcane che pare fuggita a Scardale, Imara Haddington - anziana studiosa necromante sharita catturata e consegnata dalla milizia di Battledale, Hamazuul - Mago rosso esperto in trasmutazione che verrà giudicato in patria. Hennora Zvarick era apprendista di Hamazuul e talvolta le permetteva di partecipare, ora è in attesa di giudizio a Essembra. Era lei a inviare comunicazioni magiche ai soggetti esortandoli ad andare avanti. L'esperimento consiste nel recupero di quattro soggetti, ognuno con una caratteristica peculiare in vita. I primi tre formano i vertici di un triangolo e convergono al centro dove è posto il quarto:

1) CUORE: La Dissoluta Abbiente - Henrietta Von Etheridge
2) SPIRALE: Il Bisognoso Annebbiato - Rabat senzatetto di Shadowdale
3) FRECCIA BIDIREZIONALE: Il Vincitore Usurpato - Ian Zankaster sbandato di Mistleport
0) SIMBOLO DI SHAR: L'Intrepida Manomessa - Mirna Marques - conciatrice di pelli

FASE 1
Tutti subiscono condizionamenti mentali per essere più manipolabili e vengono convinti anche a rifuggire dalla magia da vivi, così da nascondere le trasformazioni subite nell'intero esperimento. Questa fase è difatti il filtro preparativo per quello che segue dopo.
La Dissoluta sopravvive in quanto elemento di controllo. E' l'unica a non essere trasformata in non morto e viene plagiata affinchè svolga il suo ruolo. Durante il processo, Rabat viene trasformato in zombie, Ian in wight ma solo Mirna verrà toccata da Ombre incorporee.

FASE 2
La Dissoluta cede ed assume il ruolo di Abbiente. Si tratta di un richiamo affinchè gli altri tornino al suo fianco da vivi, apparentemente per salvarli. Il Bisognoso e il Vincente diventano i catalizzatori: il loro unico scopo e morire lentamente nel processo. L'Intrepida per sua natura tenta di salvarli ma viene schiacciata dalle energie e condizionata finchè non viene sconfitta da sé stessa, raggiungendo lo stato di Manomessa.

FASE 3
Quando L'Intrepida cede diventa il serbatoio in cui accumulare queste energie che emana nel ritrovarsi impotente di fronte gli altri, con cui è stata fatta legare durante la prima fase. Come il serbatoio raggiunge la pienezza, scatta la contingenza. Si tratta di un incantesimo che replica l'Evocazione delle Ombre, una magia nota agli Illusionisti. Diventa un ibrido: un'ombra perfetta che mantiene un corpo materiale. Dunque un essere nativo del Piano Materiale e non soggetto alle debolezze e i limiti di un'evocazione, ad esempio non viene indebolita dalla luce.
In parole complesse, l'evocazione attua uno scambio di flusso con il Piano delle Ombre. Normalmente solo un quinto di questo flusso è reale, in questo processo corrisponde a ciò che resta del corpo vivente di Mirna. I restanti quattro quinti vengono attinti dal Piano delle Ombre.
In parole povere, il corpo di Mirna viene svuotato dalla sua anima, vincolandola da qualche parte così che non opponga resistenza ma venga canalizzata nel Piano delle Ombre ricevendo esse in cambio. In pratica viene resa come un involucro vuoto che può essere "riempito" con altro.

PROTOCOLLO DI ARRESTO
Hamazuul ha usato un protocollo thayan per ideare lo schema di base, dunque la procedura di emergenza per arrestarlo consiste nella distruzione del serbatorio, ovvero la morte di Mirna. Quando Mirna cederà del tutto alle Ombre saturandosi, i catalizzatori moriranno.
- Non è possibile ripescare l'anima di Mirna dal serbatoio o dall'Aldilà.
- Uccidere i tre per rianimarli, li riporterebbe allo stato attuale in quanto è stata riscritta la loro natura orginale. Gli autori del processo contavano infatti che le vittime trasformate in non morti venissero distrutti e poi riportate in vita per alterare la loro natura umana in ibrida. Hamazuul voleva riscrivere le regole della magia, usando un concatenamento di incantesimi che potessero di volta in volta agire sul precedente, così da cambiare le condizioni di partenza. In pratica era convinto di poter mettere insieme più incanti per alterare la natura di un individuo, sostituendola a quella ordinaria così venga vista come la sua vera natura. Una volta rianimati, i soggetti non ricordano ciò li conduce alla morte, mentre ricordano la loro vita precedente fino a quel momento.
- E' possibile esercitare il contrario di quanto imposto loro come condizionamento. Quindi sottoporli ad analisi magiche e separarli ma loro ovviamente si opporranno.
- Portare Mirna su un altro piano non basta per bloccare il flusso di energie.
Lucinde Sinla Parin

Hedien Tahl'Laf
Cita messaggio
#2
Stimati maestro Amalyth, Sacerdotessa Amarante, Sacerdotessa Nanth, vi scrivo per completare il resoconto inviatovi da Lucinde, riguardando la soluzione individuata grazie ad una debolezza nel processo confidatomi privatamente da Hennora. Cercherò di essere breve.

Darsa Naur

------------

Il Triplice Simulacro presentava un problema che Imara Haddington non fece in tempo a risolvere da sola, prima dell'incursione della milizia. Infatti Hamazuul Terkhan fu ucciso, Talula Ashanay lasciò le Valli ed Hennora Zvarich denunciò il fatto.

La prima fase del processo fu completata, il condizionamento mentale non era magico ma fatto di torture psicologiche perpetrate per mesi per rendere docili i soggetti. La seconda fase invece, prevedeva la trasformazione dei soggetti in non morti, ma questa non era stabile. Il serbatoio non presentava magia perchè il ristoro del corpo tendeva a cancellare ogni progresso riportandola allo stadio precedente, ferite mentali a parte, che peraltro il ritornare in vita non fa dimenticare. Imara contava quindi nell'indebolimento psichico progressivo di Mirna Marques, perchè crollasse così che il processo giungesse al suo compimento completo e dunque irreversibile. Mirna però riuscì a resisterle tanto da ossessionarla, fu l'unica a non cedere alla disperazione nonostante subì di tutto, da malattie a veleni, ma sapevamo che ormai era sul punto di cedere.
Ella continuava a rifiutare aiuti magici ma si convinse ad un ultimo tentativo: sottoporsi ad una delle più potenti preghiere esercitate dal Priore Derim Whiteshield del Covone Dorato, in quanto ritenevo che il suo potere potesse superare quello dei tre shariti. In pratica un ristoro del corpo così grande, esercitato dalla sua luce, in grado di scacciare le ombre di cui era satura fino a chiuderne il flusso. O forse tanto potente da farle desistere dal varcare la soglia del nostro Piano materiale, non lo so. Abbiamo così potuto salvarli tutti e tre, ma per Henrietta Von Etheridge non c'è stato nulla da fare. Dopo il salvataggio, Imara la uccise per prendere le sue sembianze e controllare la situazione. L'abbiamo smascherata e recuperato il corpo della sfortunata, ma ella non ha rispose alla preghiera del Sacerdote. Ha scelto di non tornare ad una vita piena di dolorosi ricordi, preferendo la pace della morte.

In conclusione, dei tre shariti solo Talula Ashanay Ashanay è sfuggita al giudizio della milizia e riteniamo possa essere a Scardale. Ella è una donna di tre decadi, senza segni particolari, con capelli lisci color ambra e lunghi fino alle spalle. Potrei essere in grado di riconoscerla in quanto Hennora mi ha confermato essere stata presente ad un'asta dell'Enclave in forma anonima cui partecipai.
[Immagine: DARSA_firma_02.jpg]

"Shedrimnes tu non sei un'elfa come le altre, come Aldric non è un banita come gli altri"
Mi hai appena paragonato all'elfa?
Mi hai appena paragonata al sacerdote banita?
Ehm..
Cita messaggio
#3
*prima che partano, viene lasciata una lettera per l'arcanista Aronica, con annesso lo stesso resoconto conclusivo*

Lady Aronica Sinclair,

è con grande rammarico che porgo le mie condoglianze a voi e alla famiglia Von Etheridge. Abbiamo recuperato il copro della giovane Henrietta presso un fossato paludoso nelle colline di Haptooth fuori città. Opportunamente coperto, lo abbiamo portato alle cure del Priore Derim Whiteshield. Non rispondendo alla sua preghiera, egli ha potuto almeno rendere al corpo l'aspetto decoroso che aveva in vita così da poterne dare degna sepoltura. Comprendo che non sarà una gran consolazione per la famiglia ma la responsabile di questa perdita è totalmente imputabile a Imara Haddington. Colpevole, tra le altre oscenità, anche di aver tolto alla giovane ogni desiderio di vita così che abbia preferito la pace della morte ai ricordi dei soprusi subiti. Rinnovo le mie condoglianze e vi porgo i miei più sentiti saluti, certa che la megera si sia guadagnata ogni singolo pugno nei denti inferitole dal Sacerdote Thule e la condanna di Lord Ilmeth. Vi lascio un resoconto finale riguardo il Triplice Simulacro.

che le Sacre Fiamme vi portino luce e calore
Lady Darsa Naur
[Immagine: DARSA_firma_02.jpg]

"Shedrimnes tu non sei un'elfa come le altre, come Aldric non è un banita come gli altri"
Mi hai appena paragonato all'elfa?
Mi hai appena paragonata al sacerdote banita?
Ehm..
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)