Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[Iskandar] Ivae'ess
#1




Ho rinchiuso a chiave nel mio cuore il dolore di averti perso, combattendo questa guerra prima di tutto per onorare il tuo sacrificio e vendicare la tua morte. Ed ora, al cospetto della vittoria, vorrei poterti riabbracciare e trovare di nuovo conforto nel tuo sorriso. Guardando il cielo ho giurato ad i Seldarine che avrei spazzato via i Dhaerow dal Cormanthor, ed ora faccio al tuo ricordo la stessa promessa, estinguerò quella stirpe maledetta dalla foresta che è diventata la tua tomba, te lo prometto Elemmir.

[Immagine: 2f75a0bbd9536c02a8783db534ef3524.jpg]

Le parole della Coronal 
mi hanno colpito, far riemergere dalle ceneri il regno del Cormanthir nel suo antico nitore, sono convinto che con il tempo torneremo di nuovo padroni e custodi dell'Unica Terra. Posso finalmente trovare pace, immergendomi di nuovo nello studio dell'Arte, il dono che mi è stato fatto racchiude dei segreti che mi erano sconosciuti, creature magiche e fantastiche delle quale ignoravo l'esistenza, e antichi rituali che credevo perduti o non possibili, c'è nelle ultime antiche pagine di questo tomo, qualcosa che ha catturato vividamente il mio interesse, ciò che viene chiamato "Perpetua Infinità", un mistero che non mi è ancora ben chiaro, ma che intendo svelare.

[Immagine: Tomo-Magico.jpg]
[Immagine: 156bzn4.jpg]
Cita messaggio
#2
Dipanare la coltre di nebbia che celava gli antichi misteri di questo Tomo, ha reso onore al nome della mia famiglia, Ivae'ess-Portatore di Luce. Comprendo finalmente il significato della "Perpetua infinità" i dettagli sul motivo per il quale questo sapiente Fratello avesse sviluppato questa tecnica sono andati perduti nelle pagine successive, insieme al suo nome...strappate e sbiadite nei secoli. Seguendo alla lettera quanto viene spiegato e illustrato, è possibile attinge all'elemento primario dei propri incantesimi, creando degli effetti potenzialmente illimitati fin quando questi restano ben impressi nella propria mente, un allenamento costante dovrebbe consentirmi in breve tempo di poter padroneggiare pienamente questa maestria.


[Immagine: 9753aef808f781c9435d9f6a12e8515f.jpg]

"Corrono, come se avessero il fuoco sotto i piedi, cercando qualcosa che non si trova. Si tratta fondamentalmente della paura di affrontare se stessi, si tratta fondamentalmente della paura di essere soli." Questo sarebbe il modo con il quale descriverei gli umani che ho conosciuto nelle Valli, quelli che amano definirsi avventurieri, come se non fossero niente di più.
In una di loro in particolare ho visto uno sguardo che già conoscevo, proprio come è accaduto con Shedrimnes ho deciso di conoscerla meglio, quasi come se quel tipo di dolore, di sofferenza,ci accomunasse tutti.


...A un cuore in pezzi
Nessuno s'avvicini
Senza l'alto privilegio
Di aver sofferto Altrettanto...



[Immagine: 156bzn4.jpg]
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)